La Banca d’Inghilterra: cos’è e quali sono i suoi ruoli

bank of england

Ricevi la mail con i segreti del risparmio!

Non perderti le ultime offerte, le guide e strumenti per risparmiare. Unisciti ad altri 25.000 che già risparmiano.

Parlando di banche centrali, dopo aver approfondito cosa siano in generale ed aver preso in esame la nostra BCE e la FED, non possiamo certamente non prendere in considerazione anche la Banca d’Inghilterra, universalemente conosciuta come Bank of England.

La Banca d’Inghilterra (BoE)

La Bank of England (BoE) è la banca centrale del Regno Unito e una banca modello su cui sono costruite la maggior parte delle banche centrali di tutto il mondo, essendo quest’ultima stata fondata diversi secoli orsono. Sin dal suo inizio nel 1694, la banca è passata dall’essere una banca privata che ha prestato denaro al governo alla Banca centrale ufficiale del Regno Unito. La banca fu inizialmente fondata durante un periodo di turbolenza economica e il debito nazionale è cresciuto a un ritmo costante. La Banca d’Inghilterra infine divenne la Banca centrale ufficiale del Regno Unito nel 1946 ed è di proprietà del Solicitor Treasure per conto del governo. In precedenza, era una proprietà di azionisti della sua fondazione che prestavano denaro al governo.

Gli uffici centrali della banca si trovano nel distretto finanziario di Londra lungo Threadneedle Street. È su questa strada che la banca ha preso il nome di “Old Lady of the Threadneedle Street“, un nome derivato dalla leggenda Sarah Whitehead, che viveva nell’attuale sede del quartier generale della banca.

La sua storia

  • Fondata nel 1694, la Bank of England, conosciuta come la vecchia signora di Threadneedle Street, è la banca del governo e la banca centrale del Regno Unito.
  • Emette banconote, controlla le riserve auree del Regno Unito e, dal 1997, ha fissato i tassi di interesse ufficiali. La Banca è la seconda banca centrale più antica del mondo dopo la Riksbank svedese, fondata nel 1668.
  • Il bisogno di una banca centrale in Inghilterra fu visto da uno scozzese, William Paterson, che notò che le finanze della nazione versavano in una situazione disastrosa e non avevano un vero sistema di denaro o credito adeguato a quei tempi.
  • Egli condusse uno schema economico di grande successo in cui 1.2 milioni di sterline vennero dati in prestito al governo dai fondi raccolti dagli aderenti alla banca che, in cambio, vennero incorporati nel governatore e nella società della Banca d’Inghilterra. La Banca fu così istituita come operazione commerciale, ma ha anche ottenuto grandi conti pubblici, diventando così la detentrice del denaro del governo e colei che gestiva il debito pubblico.
  • Sopravvisse allo Schianto della bolla del Mare del Sud degli anni Venti del XVII secolo, quando le banche più piccole vi si aggregarono per salvarla e si trasformò in “prestatore di ultima istanza”.
  • Durante le rivolte di Gordon del 1780, la Banca venne minacciata da una folla. Il governo istituì dunque una guardia militare per la sicurezza durante la notte, nota come picchetto e disegnata dalle Guardie Coldstream, che esisteva fino al 1973.
  • Nel 1844 il Bank Charter Act concedeva alla Banca un monopolio per stampare banconote in Inghilterra e Galles.
  • Durante la prima guerra mondiale la Banca contribuì a gestire i prestiti del governo.
  • Nel 1946 il governo di Attlee la nazionalizzò, rendendolo più uno strumento di governo.
  • Nel 1997 Gordon Brown, allora cancelliere, conferì all’indipendenza operativa della Banca, delegando di fatto il potere di stabilire i tassi di interesse.

Chi governa la BoE

La Corte dei Direttori (Court of Directors) sorveglia le operazioni della banca e i membri del tribunale sono nominati dalla regina, ma su raccomandazione del cancelliere e del primo ministro. La corte ha cinque membri esecutivi e nove membri non esecutivi. Solo uno dei non esecutivi è nominato dal Cancelliere dello Scacchiere (Chancellor of the Exchequer) per presiedere la corte. Imposta e monitora la strategia bancaria oltre a prendere decisioni importanti sull’utilizzo delle risorse. Inoltre, vi sono diversi sottocomitati, ciascuno incaricato di gestire le responsabilità specifiche della banca.

La posizione più alta della banca è quella del governatore. A differenza della Corte dei conti, la nomina per la carica di governatore proviene dall’interno della banca, con l’incombente governatore che governa il successore. L’attuale occupante della posizione è Mark Carney, un canadese e il primo non britannico a detenere la posizione del Governatore della banca. Tuttavia, si è impegnato a prendere la cittadinanza britannica prima della fine del suo primo mandato.

Funzioni della BoE

Le principali funzioni della Banca d’Inghilterra sono il mantenimento della stabilità monetaria e la supervisione della stabilità finanziaria del sistema finanziario del Regno Unito. La banca funge anche da prestatore di ultima istanza e anche da custode delle riserve auree ufficiali nel Regno Unito.

Stabilità monetaria

La stabilità monetaria riguarda il mantenimento di prezzi stabili e la fiducia nella valuta. Alla BoE è stata affidata la responsabilità di emettere banconote nel Regno Unito da oltre 300 anni. Ha il monopolio dell’emissione di banconote in Inghilterra e Galles. Inoltre, come Banca centrale del Regno Unito, la Banca d’Inghilterra è responsabile di mantenere la fiducia che la valuta in circolazione sia autentica.

La banca mantiene la stabilità dei prezzi garantendo che il superamento dei prezzi o le riduzioni soddisfino l’obiettivo del governo. La banca ha delegato il ruolo di formulare la politica monetaria al comitato di politica monetaria (MPC), un comitato di nove membri guidato dal Governatore. Tra gli altri membri vi sono tre vice governatori, il capo economista della BoE e quattro membri nominati dal cancelliere dell’erario. Il MPC si incontra regolarmente per discutere la necessità di modificare la politica dei tassi di interesse per raggiungere l’obiettivo di inflazione. Controlla anche gli sviluppi nell’economia.

Custode ufficiale delle riserve auree

La Banca d’Inghilterra funge da custode ufficiale delle riserve auree del Regno Unito e di altri paesi. Si stima che la banca detenga circa il 3% dell’oro estratto nella storia umana. Ad aprile 2014, la banca aveva quasi 400.000 lingotti valutati a £ 142 miliardi.

Lender of Last Resort

Come banca centrale del Regno Unito, la Banca d’Inghilterra funge da prestatore di ultima istanza (Lender of Last Resort, appunto) alle banche commerciali che soffrono di un deficit di cassa. Questo ruolo aiuta a mantenere la liquidità e la fiducia nel sistema finanziario. In un famoso esempio, la Northern Rock Bank nel Regno Unito ha subito difficoltà finanziarie. Per stabilizzare la situazione, la banca ha dovuto prendere in prestito fondi dalla BoE.

 

Ferdinando Iezzo

Sono un ex studente di Economia della Federico II di Napoli, attualmente vivo a Londra e sono appassionato di Risparmio. In che senso? Da quando mi son trasferito nel Regno Unito sono stato colpito dai differenti modi che popoli lontani hanno di gestire i propri risparmi. La micro-economia di ognuno di noi si muove in modo indipendente e io cerco di scovarne i segreti. Ho creato questo sito, grazie all'aiuto di alcuni amici, per condividere le mie idee e dare consigli a chi, come me, voglia migliorare la propria situazione economica e riuscire a risparmiare nel modo più semplice possibile.