Come risparmiare sulle utenze domestiche

Ricevi la mail con i segreti del risparmio!

Non perderti le ultime offerte, le guide e strumenti per risparmiare. Unisciti ad altri 25.000 che già risparmiano.

Le bollette della luce e del gas particolarmente costose colpiscono tutti, e pensare alle tue utenze e trovare un modo smart sul come utilizzarle può essere uno dei modi più efficaci per risparmiare sulle spese della famiglia.

Utilizzare un sito di comparazione per poter in questo modo valutare diversi fornitori di energia e piani tariffari è forse il primo passo più semplice e più prezioso verso il risparmio.

È importante considerare tutte le opzioni e rivedere le tariffe di tutti i fornitori di gas ed elettricità d’Italia (o di qualsiasi altro Paese, nel caso tu viva all’estero), così da capire quale faccia più al tuo caso.

Non trascurare le piccole imprese: anche se i colossi d’Italia sono altri – e li conosciamo benissimo – prova a dare un’occhiata alle recensioni che trovi online per gli altri distributori di gas e luce in giro per il tuo Paese.

Quando selezioni il tuo fornitore di gas e / o di energia elettrica, anche la scelta delle seguenti opzioni ti consentirà di ottenere sconti:

  • Pagamento tramite addebito diretto
  • Utilizzando un piano prezzi online

Adesso diversamente dal passato è possibile rivolgersi ad aziende che ti consentono di pagare luce e gas insieme piuttosto che ricavare la tua energia da fornitori separati di gas ed elettricità, poiché le aziende offrono sconti per l’approvvigionamento di entrambe le utenze attraverso i loro servizi.

E per quanto possa sembrare poco chiaro, i piani di determinazione dei prezzi complessi e l’aumento di fornitori specializzati in solo gas o solo energia elettrica significa che non è ora necessariamente il caso – si può scoprire che l’approvvigionamento separato di gas ed elettricità dimostrerà l’opzione più economica.

Non c’è dubbio che un piano dual fuel è l’opzione più conveniente, tuttavia, poiché avrete a disposizione un solo fornitore.

Ci sono una serie di altre misure che puoi adottare per risparmiare denaro, ma il primo passo è guardare il tuo consumo energetico e vedere se ci sono modi per ridurlo – qualcosa che aiuterà anche l’ambiente.

Esistono modi semplici ma efficaci per ridurre i consumi e – mentre alcuni di essi possono comportare un esborso iniziale per un guadagno a lungo termine – gli altri non devono costare nulla.

Come risparmiare sulla bolletta del telefono

Ci sono tre tipi comuni di banda larga fissa in Italia. ADSL e fibra sono i tipi più comuni di connessione Internet e servono la maggior parte delle case.

La banda larga in fibra sta rapidamente diventando la scelta di fatto per le nuove connessioni a banda larga grazie alle sue velocità elevate e alla sua sempre maggiore disponibilità. Ma è ancora disponibile solo in circa il 90% delle famiglie di tutta la penisola. L’ADSL standard è ancora l’unica opzione per coloro che vivono in aree in cui la popolazione è scarsa; aree in cui le fibre non sono ancora state abilitate da tutte quelle reti che gestiscono le reti telefoniche del Regno Unito.

La terza opzione è la banda larga via cavo, che si ottiene in alcune aree cablate. Il grande vantaggio della rete cablata è comunque la consistenza della velocità. Ma meno di due terzi del paese possono ottenerla.

Di seguito, ti spieghiamo i diversi tipi di connessione Internet. Qualunque cosa tu voglia, puoi essere sicuro di ottenere i migliori prezzi.

La prima cosa da fare quando abbiamo intenzione di risparmiare su una bolletta qualsiasi, sia essa della luce, del gas, della corrente o del telefono è conoscere i costi della bolletta, ovvero in quante parti è suddivisa.

Conoscere infatti tutti i costi della bolletta telefonica è oltremodo importante, per non  dire essenziale, per riuscire a comprendere come scegliere la tariffa internet e telefono più conveniente per noi. Prima di ogni cosa, per riuscire a  mettere a confronto tutte le diverse offerte di piani tariffari che troviamo in circolazione, è possibile utilizzare un servizio di comparazione di tariffe telefoniche. Il web ne è praticamente pieno!

Fibra ottica o ADSL?

Facciamo un po’ d’ordine. Cosa sono l’ADSL e la fibra ottica e come funzionano?

Adsl

Parliamo prima di ADSL, che è ancora il tipo di banda larga più regolarmente disponibile e funziona utilizzando una linea telefonica standard in rame. ADSL è l’acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line. A volte potresti sentire la banda larga denominata DSL che, beh, pensiamo che tu possa indovinare cosa significa.

L’ADSL può essere inaffidabile in termini di velocità: la velocità che si può ottenere dipende molto dalla distanza che si vive dalla propria centrale telefonica. E la distanza pura (in linea d’aria quindi) non è sempre una grande guida, in quanto dipende dalla distanza che i cavi telefonici coprono piuttosto che dalla distanza in linea d’aria “in linea d’aria”. Mentre i fornitori di servizi Internet (ISP) possono fornire una stima, non possono sempre essere precisi.

L’ADSL rappresenta più della metà delle linee a banda larga d’Italia, oggi, anche se questo numero diminuirà nei prossimi anni con l’ingresso della fibra.

Può essere più lento della fibra ottica, ma il clamoroso vantaggio dell’ADSL è il prezzo. L’ADSL standard ha ancora il monopolio delle migliori offerte economiche a banda larga. Di solito puoi sottoscrivere un pacchetto che ti costerà talvolta anche meno di 20€ al mese.

Fibra

Innanzitutto, c’è da dire che la fibra ottica è una vera e propria rivoluzione nel mondo della trasmissione dei dati (e quindi Internet). Nelle infrastrutture in fibra infatti, i dati hanno la possibilità di “viaggiare” tramite degli impulsi luminosi attraverso dei cavi in fibra di vetro e polimeri della plastica.

Grazie alle caratteristiche di queste particolari tecnologie dunque i cavi fanno sì che i segnali si propaghino rapidamente anche su lunghe distanze, grazie all’utilizzo di una banda di frequenze molto più alta rispetto a quella delle connessioni ADSL.

Quindi grazie alla fibra è diventato possibile trasmettere anche enormi quantità di dati in tempi davvero ridotti, raggiungendo velocità molto, molto elevate.

La maggior parte delle connessioni si collegano a casa tua tramite la cassetta di rete del telefono nella tua zona (quelle caselle apparentemente inutili che vedi spesso a lato della strada). La fibra proviene dalla centrale telefonica e termina nella cassetta in questione, con la connessione in casa fornita dalla linea telefonica in rame come con ADSL. In effetti la fibra porta lo scambio molto più vicino a casa tua. Questo sistema è chiamato FTTC o Fiber To The Cabinet.

La maggior parte delle connessioni in fibra FTTC offre velocità fino a 38Mbps (4,75 MB al secondo) o 76Mbps (9,5 MB al secondo).

Però la fibra ottica potrebbe non essere la soluzione adatta a tutti. In questo caso sarà meglio ricorrere all’ADSL, allora, che oggi comunque offre una velocità piuttosto ragionevole. Facciamo questo discorso perché molte zone in Italia non sono ancora supportate dalla fibra ottica e farne utilizzo sarebbe praticamente inutile!

Dopo aver fatto questa distinzione, sarà poi necessario valutare se facciano più al caso vostro le offerte ADSL casa oppure le offerte che riguardano la fibra ottica. Perché beh, naturalmente le spese cambiano da operatore ad operatore, certo, ma anche da fibra ad ADSL.

Credevate fosse facile, eh?

Canone telefonico

Tra le voci che più saltano all’occhio, e quelle che ci devono interessare maggiormente vi è quella del canone telefonico. Il canone telefonico è quel certo importo da pagare mensilmente scelto per il piano tariffario di nostra competenza.

Molto spesso le compagnie telefoniche offrono piani tariffari che combinano canoni voce e quelli di internet insieme, aumentando notevolmente la possibilità di risparmio. Anche in questo caso, però, sarà necessario comparare i piani tariffari  all’interno delle stesse aziende e tra le aziende stesse. Ma adesso andiamo a scoprire di che cosa si tratta quando parliamo di canone mensile voce.

Canone mensile voce

Fa parte del piano tariffario voce all’interno del quale sono comprese diverse parti; Solitamente i piani tariffari voce fanno riferimento allo scatto alla risposta ossia l’importo da pagare il momento in cui il nostro interlocutore risponde al telefono ed i minuti di chiamata. Adesso generalmente esistono piani tariffari che non prevedono sempre lo scatto alla risposta e generalmente offrono un numero di minuti a prezzo fisso per chiamare da fisso. Spesso potrai notare che più chiamerai da telefono fisso, meno la tua bolletta del telefono sarà salata, e invece meno passerai tempo al telefono fisso e più la tua bolletta sarà alta. A questo proposito talvolta sarà meglio investire su offerte di internet e voce con fibra o ADSL che offrono minuti limitati ad un prezzo modico (e fisso, così sappiamo quanto stiamo pagando!).

Costi di attivazione Internet

Oltre alle voci sopraccitate, che poi in seguito approfondiremo meglio, vi sono anche diversi cost d’attivazione per tutto ciò che riguarda le offerte di Internet e telefono. Anche qui, i costi di attivazione variano molto a seconda della azienda alla quale vogliamo fare riferimento.

In questo caso dunque bisogna armarsi di pazienza, prendersi un po’ di tempo per controllare quali sono i diversi piani tariffari, come vengono recensiti da altri utenti e quanto ci convengono in termini di denaro.

Come risparmiare sulla bolletta della luce e del gas

Spegni ciò che non ti serve!

Spegni le luci quando non sei in una stanza che ha le luci accese. Sembrerà inutile da dire, ma sono tantissime le persone che dimenticano la luce accesa quando lasciano una stanza! E ciò non vale solo per la luce, ma anche per tutto ciò che produce elettricità. Spegni gli elettrodomestici piuttosto che lasciarli in stand-by quando non sono in uso!

Sii consapevole delle tue bollette

  • Invia letture regolari del contatore per dare un’idea precisa del tuo utilizzo.
  • Leggi le tue bollette ogni volta che le ricevi.
  • Se stai pagando un eccesso di energia, dillo al tuo fornitore.

Prenditi cura di tutto, partendo dalle basi

  • Il risparmio in casa parte dall’avere una buona base in termini di casa. Finestre ampie e luminose, porte e punti di accesso ai soppalchi e tutto ciò che può aiutarci ad usufruire della luce naturale del giorno;
  • Sostituisci le tradizionali lampadine con versioni a risparmio energetico. Non sono inutili, anzi! Ti aiutano davvero a risparmiare molto, molto di più!
  • Se la tua doccia prende l’acqua direttamente da una caldaia o da un serbatoio di acqua calda (ovvero non è una doccia elettrica), considera l’installazione di un soffione eco che aiuterà a ridurre i consumi dell’elettricità.
  • Chiudere le porte in stanze non utilizzate e non riscaldate per impedire la circolazione di aria fredda in inverno, o quelle climatizzate in estate per evitare che il calore si disperda.
  • Se disponi di pavimenti in legno, i tappeti possono aiutare a ridurre la perdita di calore.

Finestre e portefinestre

  • Aprire le tende e ridurre le ombre durante il giorno per sfruttare al meglio la luce solare naturale, chiuderle al crepuscolo per mantenere il calore
  • Le tende spesse, specialmente quelle con rivestimenti termici, possono fare la differenza.

Camini

Se il tuo caminetto è solo decorativo, prendi in considerazione la possibilità di chiuderlo con del cemento per evitare correnti d’aria.

Riscaldamento

  • Spegnere i termosifoni in stanze che non sono in uso regolare, o al limite regolarli su una temperatura bassa
  • Usa il tuo riscaldamento in modo sensato – non ne hai bisogno per tutto il giorno se non sei dentro casa, ovviamente!
  • Se possibile, abbassa il termostato del riscaldamento e indossa vestiti extra per rimanere al caldo. Non sembra ma i riscaldamenti sono molto costosi!
  • Una mensola posta sopra un termosifone può aiutare a dirigere il calore, mossa particolarmente preziosa quando una finestra è posta sopra il termosifone
  • Cerca di tenere la parte anteriore del tuo termosifone lontana da mobili e altri assorbitori di calore
  • Mettere un foglio di carta stagnola che riflette il calore dietro i termosifoni può aiutare a mantenere il calore all’interno della casa, e potresti considerare di investire in un amplificatore per termosifoni (nota che l’opinione pubblica è un po’ divisa sull’efficacia dei ripetitori, c’è chi dice che servano e chi dice di no).

In cucina

  • Metti i coperchi sulle pentole durante la cottura, permettendoti di abbassare il fuoco;
  • Non riempire il bollitore fino in cima – fai bollire l’acqua di cui hai bisogno;
  • Sbrinare regolarmente il congelatore migliorerà la sua efficienza;
  • Frigoriferi e congelatori completi funzionano in modo più efficiente di quelli vuoti – se le scorte alimentari sono basse, pensa di mettere alcuni contenitori pieni d’acqua;
  • Mantenere la parte posterior di frigoriferi e congelatori ventilati e privi di polvere e sostituire eventuali guarnizioni danneggiate;
  • Tenere frigoriferi e congelatori lontani da fonti di calore come caldaie e forni e dalla luce solare diretta, perché potrebbero rompersi;

Lavanderia

  • Lavare i vestiti a basse temperature, quando possibile.

Sacrificio a breve termine, guadagno a lungo termine

Altre misure di risparmio energetico possono significare che devi sborsare soldi extra in anticipo, ma che vedrai i benefici della riduzione del consumo di elettricità e gas man mano che i mesi e gli anni passano.

Una delle più grandi scelte che devono affrontare i proprietari di case è se sostituire la vecchia caldaia con una nuova, efficiente dal punto di vista energetico

Solo tu sarai in grado di decidere se vale il calcolo finanziario e quanto significano per te i benefici ambientali.

Quando acquisti nuovi elettrodomestici…

Quando i tuoi vecchi elettrodomestici si consumano o semplicemente vuoi cambiarli perché non soddisfano più le tue esigenze, considera l’efficienza energetica del nuovo modello. Consumano molto? Ti aiuteranno a risparmiare?

Questo può valere per frigoriferi, congelatori, lavastoviglie, lavatrici … quasi tutto. Sapevi, ad esempio, che i moderni televisori a schermo piatto sono più efficienti dal punto di vista energetico rispetto ai vecchi modelli analogici? Sembra un paradosso visti tutti i servizi che ci offrono ma in realtà è proprio così!

I frigoriferi e i congelatori prodotti prima dell’anno 2000 possono essere particolarmente inefficienti, quindi pensate di cambiarli. Se sei in affitto, chiedi al tuo padrone di casa se puoi sostituirli.

Tappeti

  • I pavimenti in legno – i parquet quindi – sono di moda e molte persone hanno investito molto denaro per avere un parquet all’ultimo grido. Ma il legno assorbe molto il calore. La realtà è, tuttavia, che i tappeti sono più adatti a mantenere il calore all’interno della vostra casa, quindi aggiungetene qualcuno in giro, se non siete troppo allergici alla polvere!

Isolamento termico

  • Migliorare l’isolamento negli spazi del sottotetto e nelle pareti della casa può fare una grande differenza. Ricorda che, anche se hai già un discreto isolamento termico nella tua casa, potrebbe valere la pena aumentarne la quantità.
  • Le imprese energetiche hanno ricevuto finanziamenti governativi per migliorare l’efficienza energetica delle case, ed è possibile che si possa essere in grado di ottenere l’isolamento gratuitamente.

Caldaie

  • Una delle più grandi scelte che devono affrontare i proprietari di case è se sostituire la vecchia caldaia con una nuova, efficiente dal punto di vista energetico.
  • L’esborso iniziale può costare migliaia di euro, ma i risparmi futuri vedrai, potranno anche essere molto significativi.

Doppi vetri e tripli vetri

Le finestre con doppi infissi e (sempre più) con triplo infisso sono diventate la norma più che l’eccezione nelle moderne famiglie di tutta Italia, ma le vecchie proprietà possono ancora avere vetri singoli.

Come per gli investimenti in una nuova caldaia, la spesa iniziale per le vetrate doppie o triple può essere significativa, ma lo è anche il risparmio.

In generale, sembra che se hai già dei doppi vetri efficaci non vale la pena di passare ai vetri tripli, ma se stai cambiando le finestre puoi considerare direttamente la tripla vetratura.

Tecnologie rinnovabili

Se la tua testa fa male (e il portafogli soffre) dopo aver calcolato l’esborso e le considerazioni sui benefici di una nuova caldaia, riscaldamento centralizzato e finestre, potresti voler fare una pausa prima di pensare ad alcune delle opzioni di tecnologia rinnovabile disponibili. Le cose da considerare includono:

  • Pannelli solari
  • Riscaldamento solare dell’acqua
  • Turbine eoliche
  • Pompe geotermiche
  • Riscaldamento a legna

I costi iniziali di installazione possono essere scoraggianti, ma sul lungo termine non solo rientrerete nei conti, ma risparmierete molto di più rispetto a prima!

Come risparmiare sulla televisione

A parte il canone RAI da pagare ogni anno (e quello di Sky, Mediaset Premium o qualsiasi altra cosa abbiate), vi sono diversi metodi con i quali potrete risparmiare sull’elettricità in base a quello che è il vostro televisore. Eh già! Perché i televisori che abbiamo in casa fanno davvero la differenza!

Infatti come dicevamo prima risparmiare sul costo dell’energia elettrica in casa è una delle mosse più importanti ed una necessità molto sentita da diverse famiglie in tutto il mondo.

Però, come abbiamo notato anche nel nostro articolo, spesso si consuma energia in eccesso quasi senza rendercene conto, in particolar modo durante l’utilizzo di un elettrodomestico come la televisione. Senza contare che, in questi giorni, la tv è una delle protagoniste principali per l’intrattenimento, quello nostro e dei nostri figli.

Dunque è possibile risparmiare energia con il televisore? Certo che sì! Vediamo come fare.

Risparmiare energia con il televisore

Un po’ come tutti gli elettrodomestici presenti nella nostra casa, anche la nostra cara e vecchia televisione consuma energia: vediamo quindi questi pochi e semplici consigli per non rinunciare mai alle prestazioni  del televisore ma ridurre gli sprechi di energia che anche lui può darci.

  • Prima di tutto… sapete che il consumo di energia ha molto a che fare anche con il modello di televisore che acquistiamo? Se prendiamo in considerazione le tv al plasma ad esempio, noteremo che esse consumano decisamente di più in confronto alle loro “sorelle” tv a schermo piatto LCD. Il consumo, inoltre, dipenderà anche dalle dimensioni dello schermo. Un televisore da 19”, infatti, non potrà certo consumare la stessa quantità di energia di un televisore da 60”, no?
  • La classe energetica: questa è un’altra componente alla quale dobbiamo prestare estrema attenzione! Molte persone non lo fanno, ma non bisogna assolutamente trascurarla perché la classe energetica più alta vi farà consumare letteralmente un mare di energia in più… che vi costerà un mare di soldi in più.
  • Inoltre serve poi considerare anche le diverse tecnologie utilizzate, come accennavamo in precedenza: se prendiamo ad esempio la retroilluminazione a LED, noteremo che questa ci consente di risparmiare fino al 25 per cento in più rispetto alle lampade fluorescenti che conosciamo tutti.
  • Diventiamo migliori amici della modalità standby: non molti la utilizzano, ma è una grande alleata del risparmio energetico in questo caso bisogna preferire i modelli dotati di interruttore per lo spegnimento generale dell’apparecchio che hanno questa funzionalità. Il discorso per i computer non lo facciamo, tutti hanno la modalità standby!
  • Infine, piccolo ma efficace trucco, vi converrà abbassare l’illuminazione della stanza quando siete in procinto di guardare la tv: in questo modo infatti potrete settare il livello di luminosità della tv al minimo indispensabile e quindi risparmiare sull’energia.

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto, fateci sapere se i nostri consigli hanno funzionato!

 

Ferdinando Iezzo

Sono un ex studente di Economia della Federico II di Napoli, attualmente vivo a Londra e sono appassionato di Risparmio. In che senso? Da quando mi son trasferito nel Regno Unito sono stato colpito dai differenti modi che popoli lontani hanno di gestire i propri risparmi. La micro-economia di ognuno di noi si muove in modo indipendente e io cerco di scovarne i segreti. Ho creato questo sito, grazie all'aiuto di alcuni amici, per condividere le mie idee e dare consigli a chi, come me, voglia migliorare la propria situazione economica e riuscire a risparmiare nel modo più semplice possibile.