Superbollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Ricevi la mail con i segreti del risparmio!

Non perderti le ultime offerte, le guide e strumenti per risparmiare. Unisciti ad altri 25.000 che già risparmiano.

Magari vuoi acquistare un’auto sportiva (più sportiva di quella che già hai), un crossover o ancora un Suv, e magari te ne intendi di auto. Vuoi un’auto potente, dunque, di cilindrata piuttosto alta. Ciò che già conosci di sicuro è il prezzo della tua auto – e noi noi siamo qui per questo – ma a preoccuparti fanno capolino un paio di nuove parole: bollo auto. Il bollo auto che pagherai ogni anno. Quindi altri soldi da pagare.

E se magari oggi il tuo budget è piuttosto generoso, forse non sei sicuro che sia sempre così. In più adesso c’è il superbollo auto, ovvero un’addizionale da pagare per il bollo auto della tua super macchina. Se vuoi vederci chiaro su cosa sia il superbollo, se devi pagarlo e quanto devi pagarlo sei sicuramente nel posto giusto!

Procediamo quindi e vediamo di addentrarci nelle grinfie del superbollo auto per capire meglio di cosa si tratta nel caso fossi prossimo ad acquistare un’auto di lusso.

Superbollo auto: cos’è?

Il superbollo auto è un’addizionale da pagare all’imposta del bollo auto che ammonta a circa  20€ per chilowatt di potenza del veicolo superiore a 185 chilowatt. Come abbiamo già detto è un’addizionale, quindi non sostituisce il bollo auto bensì va ad addizionarsi ad esso.

In cosa differisce dal bollo auto? Beh, essendo quest’ultimo un’imposta a carico della Regione (fatta eccezione per le regioni a statuto speciale, dove in quel caso viene riscosso dall’Agenzia delle Entrate), il superbollo auto è invero una imposta erariale. Per imposte erariali si intendono le imposte che vanno a finire direttamente nelle mani (ovvero le casse) dello Stato.

Chi deve pagare il superbollo?

Colui che possiede l’auto o colui che la utilizza in caso di leasing è il contribuente dell’imposta addizionale. L’imposta inoltre viene applicata per l’intero anno, e nel caso la nostra auto venisse ceduta ad un’altra persona, chi risulta intestatario del veicolo è tenuto a pagarlo l’ultimo giorno utile.

Questo tipo di tassa non è basata sul periodo d’imposta successivo a quello della radiazione del veicolo da parte del PRA o quando viene segnalata la perdita di possesso, ma le regole possono variare di Regione in regione.

Detto ciò, il superbollo auto è un’addizionale imponibile a tutte quelle auto di grossa cilindrata la cui potenza è superiore ai 185kw, che ammonta dunque a 251,53 cavalli. Quali tipi di auto fanno parte di questo gruppo?

Beh, se avete macchine come:

  • SUV
  • auto sportive
  • berline di lusso

allora sarà meglio informarvi sull’importo da pagare per quanto concerne il superbollo. Sono tenuti a versare l’imposta tutti i soggetti che dal PRA risultano come acquirenti, usufruttuari oppure proprietari del mezzo in questione, quindi tutti coloro che utilizzano il veicolo, e tale versamento deve essere effettuato nei termini della tassa automobilistica e contestualmente a quest’ultima.

Il superbollo deve essere imperativamente versato entro i termini previsti per il versamento dell’imposta automobilistica principale, ovvero il normale bollo auto.

A quanto ammonta il superbollo auto?

Come avevamo accennato in precedenza, questa addizionale è pari a 20€ per ogni chilowatt che supera il limite da noi citato in precedenza. Proviamo a fare un esempio, per renderci conto un po’ meglio (e numericamente) a che cosa andiamo incontro.

Se abbiamo un veicolo la cui potenza è di 350 chilowatt, dobbiamo innanzitutto sottrarre da questa somma (350) quella del limite per il pagamento del superbollo citata precedentemente (185) e moltiplicare il tutto per 20,00.

Quindi:

(350 – 185) x 20 = 3300.

Volendo, è possibile trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate una pagina dove è possibile fare il calcolo del superbollo.

Riduzioni ed esenzioni: a chi spettano?

AiA partire dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di costruzione, è oggi prevista una riduzione del 40%, 70% e 85% dopo 5, 10 e 15 anni dalla data di costruzione del veicolo. Dopo i 20 anni, invece, il superbollo non è più imponibile e possiamo smettere di pagarlo.

Tuttavia, l’importo del bollo non può essere frazionato. In Lombardia, se il veicolo viene ceduto ad un rivenditore tramite la cosiddetta minivoltura, l’obbligo di pagamento del superbollo rimane in stallo mentre il veicolo viene immesso nel registro a carico del concessionario auto, ma si tratta di una misura prettamente temporaea.

Come possiamo pagare il superbollo auto?

Il superbollo auto può essere pagato anche tramite il modello F24, con il codice 3364 ed inserendo per l’identificazione la targa del nostro veicolo.

Nel caso di mancato pagamento o pagamento insufficiente è prevista una sanzione amministrativa che ammonta al 30% dell’imposta non pagata/pagata insufficientemente, e che deve essere versata con il codice 3365, e 3366 per il versamento degli interessi.

E in caso di leasing?

In tal caso, il superbollo deve essere applicato nelle stesse modalità che abbiamo finora descritto. Precedentemente era la società a pagare il superbollo, mentre adesso invece l’imposta spetta direttamente all’utilizzatore del veicolo.