Come viaggiare a Milano low-cost

È possibile viaggiare a Milano risparmiando? Scopriamolo assieme qui, nella nostra guida di sopravvivenza nella capitale lombarda!

Ricevi la mail con i segreti del risparmio!

Non perderti le ultime offerte, le guide e strumenti per risparmiare. Unisciti ad altri 25.000 che già risparmiano.

Milano, la capitale della moda e del design.

Milano, la città dove tutto sembra possibile e dove non è affatto difficile veder sfilare per strada (non mi azzarderei mai a definirlo camminare, il loro) modelli e modelle delle più prestigiose case d’alta moda mondiali. Milano, la città del lavoro con tutti quegli eleganti uomini d’affari, la città degli aperitivi e degli happy hour ma soprattutto, Milano: la città più cara d’Italia.

Eh, già! Perché, a quanto pare, il capoluogo lombardo è una delle città più costose di tutto lo stivale: tra i prezzi degli alloggi, quelli degli alimentari e dell’abbigliamento oltre che ai costi della vita in generale possiamo facilmente concludere che il risparmio, qui, sarà un’impresa ardua… ma di certo non impossibile! Vediamo quindi, adesso, la nostra guida omnicomprensiva per riuscire a sopravvivere a Milano con un budget ridotto e, soprattutto, senza troppi stress!

Milano: una piccola preview

Come abbiamo già detto, Milano è famosa per i suoi aperitivi, apericene, aperimerende, aperitutto eccetera eccetera… ma non solo! Sebbene spesso non venga esaltata per questo ma quanto più per il fatto che sia la capitale della moda e degli affari, Milano è anche ricca di storia e numerose bellezze artistiche che non possiamo mancare di vedere, oltre al famoso ed imponente Duomo di Milano. Senza una visita qui, si sa, il vostro viaggio a Milano non potrà mai definirsi completo.

Quindi sì, Milano, la città che ha ospitato l’Expo, è stata effettivamente considerata tra le città più care d’Italia.

Ed è un postulato vero, se ci limitiamo a fare shopping nei pressi del Duomo! Milano, come abbiamo detto, è la città della moda. Questo è uno dei motivi per i quali costa così tanto. Soprattutto nei pressi del centro, specie per quanto riguarda i negozi di abbigliamento e d’arredamento, è piuttosto normale imbatterci nelle case d’alta moda dove anche un portachiavi puoi pagarlo 300€ e negozi di mobili di design dove uno sgabello per il bagno può costare anche 2000€. Su questo non ci piove e siamo pienamente d’accordo, ma Milano è molto più di questo. Vivere a Milano risparmiando non è impossibile!

Pensare di visitrae la città infatti significa anche dedicarci a tutti gli aspetti culturali della città, oltre che quelli ricreativi ed artistici. Per non parlare del cibo! Insomma, risparmiare non è un’opzione impossibile da attuare. Basta semplicemente scegliere assennatamente i posti dove mangiare, dove recarsi per il divertimento e dove fare shopping. Poi, naturalmente, ci saranno aree dove sarà più facile risparmiare ed altre dove sarà un’impresa un po’ più ardua.

Vediamo dunque assieme come possiamo organizzare il nostro viaggio a Milano attraverso gli alloggi, lo shopping, il cibo e tutte le altre attività turistiche che questa splendida città ci offre.

L’arrivo: i mezzi pubblici & come spostarsi

Per chi arriva a Milano in aereo, bisogna sapere che l’aeroporto di Malpensa è anche l’aeroporto principale della città e per questo motivo anche quello meglio collegato. Dall’aeroporto, infatti, ci si può collegare sia alla Stazione Centrale di Piazza Garibaldi e sia alla stazione di Cadorna in treno oppure in pullman. Per il treno in direzione Cadorna e Stazione Centrale la corsa non è particolarmente lunga, in quanto dura più o meno mezz’ora, ma non è particolarmente economica: 12€ è il prezzo da pagare per la sola andata. Ma è pur sempre una scelta più assennata del dover prendere il taxi, in quanto la tariffa fissa è di circa 90€. In alternativa al treno si può optare per una navetta che porta il nome di Malpensa Shuttle, che in cinquanta minuti e per la modica cifra di 10€ può portarci alle destinazioni sopra indicate.

Se invece doveste arrivare all’aeroporto di Linate o doveste partire da lì, a vostra disposizione potete trovare un autobus urbano (il 73) che parte ogni dieci minuti da San Babila, a pochi passi dal Duomo. In questo caso il prezzo del biglietto è davvero irrisorio, in quanto si tratta di soli 1.50€ per tratta.

Invece per tutti coloro che arrivano da BergamoOrio al Serio, suggeriamo di raggiungere il centro della città in bus. Terravision, Orioshuttle e Austostradale infatti sono tutte navette pensate per collegare l’aeroporto alla città a prezzi davvero contenuti.

Passando invece ai mezzi pubblici, possiamo trovare diversi tipi di biglietti e diverse tipologie di abbonamenti. Per quanto riguarda questi ultimi c’è da sapere, naturalmente, che gli abbonamenti urbani vi consentiranno di spostarvi unicamente all’interno del territorio cittadino, mentre quelli interurbani invece vi potranno facilmente collegare con i paesini vicini al capoluogo della Lombardia. Vi è poi un’ulteriore tipologia di abbonamento ai mezzi pubblici e parliamo di quello cumulativo, dove vengono di volta in volta sommate le zone di competenza.

Invece, per tutti coloro che utilizzano i mezzi pubblici possiamo trovare per le tre rispettive categorie di abbonamenti settimanali quelli da 11,30€, quelli da 11,90€ a 20,60€ in base alle zone intorno alle quali vogliamo spostarci e quelli da 16,30€ a 26,50€.

Per quanto concernono gli abbonamenti mensili, invece, partono dai 30€, per poi passare dai 36,50€ ad 89€ in base alle zone d’interesse e poi da 49€ a 87,50€. Se avete intenzione di rimanere a Milano per ancora più tempo, potreste anche rivolgervi agli abbonamenti annuali che hanno un prezzo di base di 300€ ed in base alle zone entro le quali spostarsi si può arrivare ad un massimo di 731€.

In più sono presenti numerose agevolazioni per studenti, under26 e “senior“, dedicate a tutti coloro con un’età superiore ai 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne oltre che per le famiglie, dove i bambini possono avvalersi di diversi sconti o non pagando la corsa se accompagnati dai genitori.

Bike sharing – vi piace pedalare?

Se siete amanti della bici, se anche semplicemente voleste rimanere in forma approfittando del vostro viaggio a Milano o se cercate un ulteriore modo di poter risparmiare a Milano, il servizio di bike-sharing della città può fare al caso vostro. A Milano, infatti, costa appena 2.50€ al giorno ed è una delle reti di condivisione di biciclette meglio organizzate in tutta la penisola, consentendovi di muovervi senza troppo sforzo anche ben oltre il centro della città.

Car sharing, la condivisione non finisce qui

Inoltre a Milano non c’è solo il servizio di bike sharing ma anche di car sharing. Infatti è possibile anche rivolgersi a vari servizi di car sharing come Enjoy, disponibile nelle più grandi città d’Italia.

piazza milano

Alloggi a Milano

Gli alloggi a Milano, si sa, non sono mai particolarmente economici. L’affitto medio per una stanza nella città più cara d’Italia per una stanza singola è di circa 500€ (e si tratta della media degli affitti, che possono arrivare anche a 700-800€ per una stanza singola in pieno centro) e di circa 340€ al mese per una camera doppia. Insomma, in questo caso parlare di risparmio sarà un po’ più difficile del previsto.

Ma se dobbiamo rimanere a Milano solo per qualche giorno e non abbiamo troppe pretese esistono tante diverse soluzioni più economiche per riuscire a risparmiare e goderci la città (oltre al fare conoscenza con altre persone). Infatti vi sono diversi ostelli dove è possibile prenotare un letto a prezzi davvero competitivi.

Shopping a Milano: è possibile risparmiare?

Partendo dagli acquisti relativi all’abbigliamento, oltre alle grandi e famose boutique d’alta moda, nel territorio urbano possiamo trovare diversi spacci aziendali, ossia negozi situati nelle vicinanze dei centri produttivi e nei quali le diverse aziende di abbigliamento consentono di acquistare i propri capi a prezzi più piccoli rispetto a quelli dei negozi ordinari. In più vi sono diversi outlet anche al centro della città dove sono disponibili capi d’abbigliamento a prezzi ridotti e decisamente più abbordabili.

  • Segrate Outlet Village: a poca distanza dal centro, questo piccolo centro commerciale propone al suo interno negozi di diverse case d’abbigliamento e di accessori oltre che di intimo e moda per bambini. La struttura è perfetta per poter passare una giornata fuori casa, essendo dotata di diversi punti di ristoro e consentendo di fare shopping anche con prezzi scontati fino al 70% rispetto agli ordinari prezzi di vendita.
  • Full&Fifty Factory Outlet: questo centro outlet si trova a Meda, in Brianza, e rappresenta uno dei centri commerciali più importanti di tutta la Lombardia. Qui si può trovare facilmente abbigliamento per donna, uomo, calzature, collezioni passate a prezzi scontati, moda per bambini e collezioni d’alta moda dell’anno corrente a prezzo non scontato.
  • Levi’s Factory Outlet di Nerviano: outlet della marca Levi’s ma non solo – infatti possiamo trovare diversi marchi scontati come A-Style, marchio molto in voga agli inizi degli anni 2000, e Naf Naf. Raggiungibile da Milano in pochi minuti.

Invece per gli amanti dei mercatini e per tutti coloro che magari hanno intenzione di disfarsi di alcuni abiti ed altri oggetti in buono stato possiamo trovare il mercatino dell’usato a Via Zurigo. In questo caso qui potranno essere messi in vendita, acquistati e ritirati diversi capi d’abbigliamento ed altri oggetti tramite la pratica dello scambio e della compravendita dell’usato, sempre più di moda anche qui in Italia.

In più segnaliamo in viale Papiniano un ulteriore mercato ricco di bancarelle e stand che offriranno oggetti ed abbigliamento di qualsiasi tipo a prezzi davvero irrisori, presso il quale potrete recarvi il martedì ed il sabato mattina.

Alimentari – è possibile risparmiare a Milano?

Innanzitutto, apriamo la parentesi sugli aperitivi. Quando si partecipa agli aperitivi di solito ci si trova davanti a veri e propri buffet, dove per cifre non molto alte possiamo riempirci la pancia e bere un bel drink. Per quanto riguarda tutte le altre spese alimentari, fortunatamente Milano è dotata di diverse catene di discount disseminate in tutta la città. Le più conosciute sono Lidl, Eurospin, Penny, In’s e L.D., ma in giro esistono anche diversi mercati ortofrutticoli rionali dove possiamo recarci praticamente ogni giorno, perché ne esistono quasi 90 e sono suddivisi per giorni d’apertura e zone. L’ortomercato di via Lombroso è un mercato all’ingrosso che il sabato mattina è aperto a tutti. Si possono trovare lì frutta e verdura a prezzi convenienti, con però un’unica accortezza: quella di comprare almeno una cassetta di ogni tipo di merce, quindi può trattarsi di una buona soluzione nel caso dovessimo trattenerci per più tempo o se volessimo suddividere le spese con i nostri compagni di viaggio.

Poi beh, se venite dal Sud e state per trasferirvi a Milano, potreste sempre contare sul bel vecchio pacco da giù!

Ferdinando Iezzo

Sono un ex studente di Economia della Federico II di Napoli, attualmente vivo a Londra e sono appassionato di Risparmio. In che senso? Da quando mi son trasferito nel Regno Unito sono stato colpito dai differenti modi che popoli lontani hanno di gestire i propri risparmi. La micro-economia di ognuno di noi si muove in modo indipendente e io cerco di scovarne i segreti. Ho creato questo sito, grazie all'aiuto di alcuni amici, per condividere le mie idee e dare consigli a chi, come me, voglia migliorare la propria situazione economica e riuscire a risparmiare nel modo più semplice possibile.